Loading

illustrazione

Thomas Lamadieu è un artista francese che cammina con il naso all’insù. Le sue fotografie sono finestre che si aprono su molteplici possibilità fantasiose. Egli immortala i frammenti di cielo racchiusi tra i palazzi e interpreta le forme seguendo la sua immaginazione.

thomas-lamadieu-1

Il suo scopo è quello di reinventare gli spazi urbani, rendendoli luoghi dove la mente possa sconfinare.

La città è concepita come involucro vitale, ma anche stimolo per l’immaginazione. I palazzi così non offrono più impedimento allo sguardo, ma nuovi orizzonti. La sua opera non si ferma alla semplice fotografia, in un lavoro di post-produzione egli sfrutta i ritagli di cielo per delineare figure e profili inventati.

Quando si osservano le foto di Lamadieu sembra di essere catapultati in un mondo parallelo dove, le parti sono invertite, il cielo diventa il mondo che noi sbirciamo, mondo animato da uomini barbuti, donne e animali buffi che sembrano seguirci con lo sguardo.

 

L’artista tenta di distogliere la mente dalle solite strade e i soliti palazzi, invitandoci a soffermarci su ciò che non è apparentemente visibile, ma che è frutto di quanto più naturale e spensierato: la fantasia.

Qui potete trovare il suo sito!

Asaf Hanuka (1974) è un illustratore e disegnatore di fumetti Israeliano, notevole per i suoi fumetti autobiografici.
Durante il suo servizio militare ha iniziato a collaborare con lo scrittore Israeliano Etgar Keret, insieme hanno iniziato una raccolta di racconti pubblicata sotto il titolo “Streets of Rage“. La loro seconda collaborazione “Pizzeria Kamikaze” è stato nominato per i premi Eisner nel 2007 e tradotto in inglese, francese e spagnolo. Insieme al fratello gemello Tomer crearono un fumetto intitolato “Bipolar”. Sempre insieme al fratello ha co-creato una serie a fumetti sperimentale che è stata nominata per i premi Ignatz.
La sua pluri-premiata striscia autobiografica, “The Realist“, è pubblicata con periodicità settimanale all’interno del mensile “Calcalist” di Tel Aviv e sul suo blog, ed è stata edita in Italia con il titolo di “K.O.”. Con essa vinse la medaglia d’oro della Società di Illustrator nel 2010 e vinse anche il premio di eccellenza da Communication Arts Annual. Ha contribuito anche alla realizzazione del film d’animazione candidato agli Oscar “Valze con Bashir”. Nel 2015, in coppia con il fratello gemello Tomer Hanuka e con lo scrittore Boaz Lavie, realizza i disegni de “Il Divino”, pubblicato in Italia dalla casa editrice “Bao Publishing”. Le suo opere criticano la Società odierna, critica i vari social e la dipendenza di piacere costantemente agli atri.
L’artista lavora solo a computer dichiarando in un’intervista: “Faccio solo degli sketch nella mia testa, senza disegnarli a mano. Penso che lavorare con le proprie mani possa essere in un certo senso penoso. Preferisco concentrarmi sulle ricerche su come ottenere determinati risultati.

Tra i suoi clienti: Nike, Canal, Rolling Stone, Fortune, New York Times, Tempo, Wall Street Journal, Forbes, rivista PC, Newsweek.