Loading

novembre

Unire insieme tecnologia arte e acqua, si può fare!

Water Light Graffiti è il progetto di un pannello costituito da migliaia di LED che si accende quando viene in contatto con dell’acqua.

Perché proprio l’acqua? Il liquido crea un ponte elettrico che fa aumentare la potenza del LED, accendendolo.
Per disegnare con la luce, quindi accenderli, si possono usare pennelli, pistole ad acqua, spugne e vaporizzatori,  basta anche un dito bagnato.

L’installazione progettata da Antonin Fourneau e dal suo gruppo Digitalarti Artlab è una parete da riempire di scritte, disegni, messaggi, situata nello spazio urbano a disposizione di tutti.

E’ un’esperienza magica, indipendentemente dall’età del pubblico o dalla sua sensibilità artistica.
L’installazione è stata inaugurata a Poitiers, in Francia.

Qui sopra allegato il video integrale, dalla creazione all’interazione con il pubblico.

Partiamo innanzitutto dalla base, avete presente che cos’è il light painting? E’ una tecnica con cui si può dipingere con la luce. Occorrente: una macchina fotografica e una luce, qualsiasi.

Il primo a sperimentarla fu Pablo Picasso, il pioniere del movimento cubista, nonché scultore, scenografo, ceramista e incisore. Nel 1949 il fotografo Gjon Mili, immortalò una serie di ‘disegni di luce’ prodotti dall’artista con una piccola luce elettrica in una stanza buia.

Lasciando aperto l’otturatore della fotocamera e tracciando segni luminosi in aria, si possono creare immagini spettacolari.

pablo-picasso

Ritratti di luce – Light painting e altre meraviglie è il laboratorio con il quale l’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova ha partecipato al Festival della Scienza 2016 che aveva come parola chiave segni. 

L’evento è stato curato e coordinato dai docenti dei corsi di fotografia Alberto Terrile e di illuminotecnica Liliana Iadeluca, insieme ad Angela Di Tomaso che ha realizzato il software per il real time, Luca Carrà, uno sperimentatore del light paiting e alla partecipazione di tanti studenti dell’Accademia, presenti come fotografi, performers, gestori del softwere e dell’accoglienza del pubblico.

Insieme hanno creato una nuova dimensione fatta di luci, colori, proiezioni, accompagnate dai suoni vibranti e ipnotici di Stefano Pulcini.

Il pubblico presente immerso nel buio più completo ha ammirato la performance di light painting, ripresa e proiettata in real time per la prima volta in Italia, rimanendo sorpreso ed entusiasta dalle texture catturate dalla fotocamera.

LPAccdemia

Dopo la performance svolta dagli studenti, in molti hanno accettato, bambini e adulti, a provare l’esperienza di dipingere con la luce.

Al termine dell’esibizione del pubblico, nella stessa sala sono stati allestiti due box in cui ogni partecipante dell’evento ha potuto ricevere in omaggio una fotografia, creata su misura da una squadra di studenti armata di macchine fotografiche, torce, oggetti luminosi costruiti a mano, stencil e computer.

rdl-404 rdl-505 rdl

L’occasione per presentare un laboratorio creativo, nuovo e stimolante sia per il pubblico più piccolo sia per i più grandi.

L’evento ha raggiunto la quota di circa 600 presenze!

Se hai partecipato al laboratorio puoi trovare tutte le foto nella pagina ufficiale Facebook Ritratti di Luce -Light painting e altre meraviglie.